Il protocollo utilizzato nella ricerca

Andare in basso

Il protocollo utilizzato nella ricerca

Messaggio  Admin il Lun Giu 28, 2010 12:45 pm

Dopo la convenzione, tra gli iscritti all’Associazione X-Fragile sono stati scelti una decina di casi per costituire un gruppo campione per cominciare la ricerca.
È stata valutata la disponibilità delle famiglie e, fra quelle disponibili, sono stati scelti i casi più rappresentativi per quanto riguarda l’età, che varia così tra gli 8 mesi e i 52 anni.

Il percorso si è snodato nel corso di un intero anno che si può definire di primo livello in cui sono state sperimentate le procedure di ricerca più idonee all’originalità dell’X Fragile e degli otto bambini-ragazzi scelti per fare da campione a questa ricerca.

Il primo passaggio è rappresentato da un check up a carattere prevalentemente neurologico di partenza, presso l’Ospedale S. Raffaele di Roma, con la supervisione del Prof. Albertini, e uno a carattere psicologico con il Dott. Biondi.

All'avvio della ricerca sono state "marcate", in quattro giornate di day hospital presso la San Raffaele La Pisana di Roma alcune condizioni di partenza dei bambini e ragazzi presi da riferimento, condizioni di partenza che saranno periodicamente riverificate per le valutazioni.

Schema delle 4 giornate presso la San Raffaele La Pisana Roma:

- La prima giornata dopo l'anamnesi, dedicata ai test per valutare in linea generale la qualità di vita e il funzionamento della persona (test AAMR, Vineland - riconosciuto a livello internazionali ai fini della ricerca). Si è fatto quindi l'EEG e la visita fisiatrica.

- La seconda giornata dedicata al linguaggio e agli apprendimenti (i test variano in funzione dell'età)

- Il terzo giorno è dedicato all'area psicologica con il video secondo il modello Dosen, i test proiettivi -materiale utile per il Collega Biondi-, il test sulla qualità di vita "quality of life" quindi effettuata la visita con l'otorino-audiologica e oculista.

- L'ultimo giorno dedicato all'area neuropsicologica (test sull'attenzione, memoria, PM, QI).

Il Collega Albertini ha predisposto tutto in modo che tutti i test sono stati videoregistrati al fine di avere anche un'indicazione qualitativa.

Tutta la procedura sarà ripetuta e costituirà un rigoroso riferimento per la valutazione delle pratiche di Pedagogia Speciale messe in atto per il superamento degli handicap che la X Fragile propone.

Per quanto riguarda l’area pedagogica, i bambini-ragazzi sono seguiti da operatori-“amici” scelti sul territorio, formati e supervisionati dal professor Cuomo e dal suo staff, secondo il metodo dell'Emozione di Conoscere".


http://rivistaemozione.scedu.unibo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=95&Itemid=96

La formazione prevede, oltre che immediati incontri di partenza per stabilire e concordare con le stesse famiglie il quadro complessivo del percorso, anche incontri residenziali di due giorni a Roma, ogni due mesi circa, in cui viene verificato e valutato il già fatto e rilanciato, con i dovuti aggiustamenti, il percorso.




Admin
Admin

Numero di messaggi : 122
Data d'iscrizione : 08.07.09

http://xfragile.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum