QUINTA PARTE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

QUINTA PARTE

Messaggio  Admin il Ven Giu 03, 2011 12:07 am

Il 21 dicembre Elisa scrive al professor Cuomo:

Buonasera,
per quanto riguardai momenti in cui W. si è sporcato, la mia reazione è stata quella di invitarlo ad andare in bagno a lavarsi e cambiarsi. Diverse volte ha rifiutato di farlo e io gli ho detto che non sarei uscita con lui nè l'avrei fatto salire sulla mia macchina sporco perchè mi vergogno ad uscire con un amico che ha cattivo odore. La posizione che ho assunto è stata chiara: se puzzi non si esce e nemmeno sto nella stanza con te, io mi lavo e controllo di essere pulita prima di incontrare i miei amici. Di fronte agli schiaffi non mi sono limitata a fare il broncino, mi sono alterata gli ho urlato che doveva smetterla, che non avrei più permesso di trattarmi così e l'ultima volta che l'ha fatto gli ho detto che non avrei più tollerato nemmeno uno schiaffo e quando ha provato ad alzare la mano verso di me, gliel'ho presa e messa giù con un gesto fermo. Sottolineo che sono settimane che questi comportamenti non accadono più e che quando vado a prenderlo ora W., dopo pochi minuti che siamo insieme, mi da una piccola carezza sulla guancia dicendo "Non ti picchio".Abbiamo preso anche l'abitudine di telefonarci prima di vederci così gli ripeto l'ora in cui ci vedremo il giorno dopo e cosa faremo. Spesso lui mi chiama e cerca di mandare sms senza però scrivere il testo (sto cercando di insegnargli come si fa).
Distinti saluti.
Elisa B.

Il 21 dicembre il dottor Davolio scrive ad Elisa precisando la struttura del calendario(foglio-agenda) per Walter:

Ciao Elisa,
ti invio il progetto-calendario con un aperte generale e una particolare:

Il tempo e lo spazio necessitano di segnali per valutarli, controllarli per comprenderne la convenzionalità. L'altro aspetto del tempo e dello spazio sono i ricordi e le emozioni che gli eventi, le persone, gli oggetti ... provocano ed evocano. Avere una organizzazione che permette a W. di ricordare gli avvenimenti nel tempo e nello spazio, significa potenziarlo cognitivamente, significa organizzare una memoria di circostanze, di occasioni che testimoniano la sua presenza originale ed attiva nella storia famigliare. Organizzare una agenda, un diario, un calendario,delle attività di W. significa, nel tempo, costruire una memoria della sua esistenza, significa offrirgli l'opportunità di una sua storia. Una storia che è fatta di aspetti sia razionali che emotivi, di competenze e di emozioni, di razionalità e di fantasia, una storia che in tutti i modi, per valere la pena di essere vissuta, deve avere come sfondo il piacere di esistere e l'emozione di conoscere. E' con questi presupposti che dobbiamo organizzare, progettare le occasioni e gli strumenti per lo sviluppo cognitivo ed affettivo di W. e le strategie vanno progettate e proposte con l'attenzione a non intaccare la sua dimensione affettiva profonda assediandola e preordinandola, ma offrendogli opportunità per costruirsi una memoria autentica "in modo da incorporare le esperienze" in modo originale.
L’agenda-calendario potrebbe essere organizzata con un foglio da dividere (come in un planning settimanale d’agenda) in verticale sei colonne (una per ciascun giorno della settimana). Potrebbe essere applicato su una tavoletta di sughero in modo da poter usare delle puntine per attaccare immagini e didascalie, oppure plastificato e usare velcro adesivo.Il grande foglio agenda-calendario avrà quindi una colonna per il lunedì, una per il martedì, una per il mercoledì,… Le giornate potranno poi essere divise tra colazione, pranzo e cena per essere organizzate in macro categorie.I giorni inoltre potrebbero avere colori diversi (lunedì giallo, martedì rosso....). Le colonne avranno in alto (in corrispondenza all’inizio colonna e nome del giorno) un simbolo segna giorno che si potrà spostare (una freccetta) e quando il simbolo è sulla colonna potremo guardare insieme cosa si farà quel giorno. Alle 7:00 (e si potrà disegnare un cerchio raffigurante un quadrante di un orologio con lancette – quadrante analogico 1]) colazione (e vi sarà un disegno o una foto corrispondente); alle 8:00 (e vi sarà il quadrante con le lancette alle 8:00) si va a scuola, alle 13:00 si torna a casa e si pranza….
nell'agend inviata da te ci sono molti orologi e tutti da completare all'ora giusta. meglio mettere un orologio già completato (con due frecce una rossa per le ore, quella corta e una lunga pe ri minut,i quella lunga ad es) in corrispondenza dela divisione delle colonne coi momenti forti di ogni giorni).
a ll'agenda si potrebbe affiancare un orologio in cui ci sono alle varie ore le foto di quello che si svolge in quello specifico momento. cosi alle 13 per esempio, w. vedrà dall'agenda che è pra di mangiare, guarderà come si mettono le lancette per formare le 13 sull'agenda (nell'orologio già costruito) e poi potrebbe andare all'orologio di cartone costruito insieme ad Elisa a mettere a posto le lancette come nell'agenda (la lunga sul 12 e la corta sull'1. Dietro all'1 ci sarà la foto di lui che mangia.). e cosi epr tutte le ore. Andando dall’alto verso il basso si potrà sapere cosa si farà in quella giornata in successione e per immagini chiave. Il foglio calendario andrebbe a costituire un riferimento concreto con immagini e didascalie per capire il prima, il durante, il dopo nella giornata; il prima e dopo nelle differenti giornate. Tutte le mattine va spostata una freccia che indica la giornata, tale spostamento evidenzia dove siamo, dove eravamo e dove saremo, gli impegni di ieri, di oggi e di domani. I contrassegni, all’interno della colonna della giornata, "i segnatempi" possono essere foto o disegni che ricordano l'impegno, possono essere piccole frasi o simboli; affiancato al numero dell'ora si può disegnare il quadrante dell'orologio con le lancette posizionate sull'ora dell'impegno in modo da poterlo confrontare con il proprio orologio ("quando le lancette del tuo orologio saranno nella stessa posizione del disegno allora ... ").
Ciao
Andrea

Il 23 dicembre il prof Cuomo e la dott.ssa Imola rispondono ad Elisa:

Gentilissima Elisa,
mantieniti sui toni e sulle modalità che come hai visto stanno dando effetti e responsabilizza molto la famiglia in quanto la fermezza deve essere di tutti
Ciao
Nicola Cuomo
Alice Imola
p.s. attenzione ai disordini alimentari. Analizza tali comportamenti della famiglia aiutandoli a mantenere una linea corretta

Il 17 marzo il papà di Walter scrive a Sonia( mamma di un altro bambino inserito nella ricerca) e al prof Cuomo proponendo uno scambio di mail tra i due ragazzi in preparazione allo stage di calcio che avverrà durante l’inocontro monodisciplinare a Sesto Fiorentino:

Ciao Sonia,
non sono ancora sicuro se veniamo tutti e 4 a Sesto, ma intanto pensavo che potrebbe essere un’idea se Nunzio scrivesse a Walter una mail (98w@libero.it) presentandosi, dicendo in che squadra gioca, che sa che Walter gioca nel San Martino e che il sabato a Sesto potrebbero insieme insegnare agli altri ragazzi come si gioca a calcio e aiutarli negli allenamenti. Potrebbero scambiarsi nel frattempo delle brevi mail e scambiarsi anche le foto (magari fatte sul campo da calcio)… Questo metterebbe “in campo”,amicizia, responsabilità, capacità, attese, conoscenze, viaggio, etc. Che ne dici? E lei Prof. Cuomo (che ci legge in copia)?
Gianluigi

Il prof. Cuomo risponde:

Gentilissimi,

quella della corrispondenza mi sembra una ottima idea. E' possibile anche scambiarsi, allegandole, foto.

Fatemi sapere gli sviluppi
Nicola Cuomo

Sonia risponde:
Salve,
lo faremo sicuramente.
Gianluigi, grazie della bella idea!.
Domani ti chiamo.
Solo una precisazione, Nunzio non scrive, si limita a qualche parola, quindi i messaggi a Walter li scriverò io sotto sua dettatura. Ok?

Sonia

Il prof Cuomo risponde:

Certamente Nunzio detterà e magari scriverà solo il suo nome ma potrà scegliere le parole, concordare il testo che la mamma o chi per lei scriverà e potrà anche scegliere le foto!!!
La comunicazione propone il desiderio di continuare a comunicare e di impadronirsi nel tempo di sempre più strumenti per comunicare tra cui il leggere e lo scrivere.

Fatemi sapere
Nicola Cuomo


Admin
Admin

Numero di messaggi : 122
Data d'iscrizione : 08.07.09

http://xfragile.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum